domenica 15 ottobre 2017

Il Primo film con sonoro parlato



Cinema Solstizio
Il Primo film con sonoro parlato

Nei primi anni del XX secolo è usanza e necessità accompagnare i film muti con della musica suonata dal vivo, quasi sempre un pianista, raramente e solo nei film reputati importanti vi era una vera e propria orchestra.
Fino ad arrivare alla metà degli anni 20, dove i pianisti e le orchestre vennero sostituiti con i Grammofoni che facevano girare la musica in dischi fonografici in bachelite a 78 giri, naturalmente si trattava di sonoro non sincronizzato.

Vitaphone
La Warner Bros intuisce la potenzialità di questo sistema; La Western Electric crea il “Vitaphone” un Grammofono che fa girare il disco con velocità angolare a 33 giri al minuto, la Warner Bros non può perdere questa occasione e lo acquisisce.



 
Il 6 agosto 1926 la Warner Bros fa uscire in America “Don Juan”, il primo film con sonoro sincronizzato, il pubblico resta meravigliato, perché per la prima volta poteva ascoltare musica in sincronia con le immagini, i colpi delle spade e altri effetti.


 
Il 27 ottobre 1927, finalmente il pubblico può ascoltare anche la voce degli attori, esce nelle sale, grazie sempre alla Warner Bros, il film “The Jazz Singer” (Il cantante di jazz), pochissime frasi che però aprono il mondo al cinema moderno.





"La canzone dell'amore"
Mercedes Brignone e Dria Paola
La prima pellicola sonora Italiana distribuita nei cinema fu “La canzone dell'amore” il 7 ottobre del 1930, ma non è il primo film sonoro realizzato in Italia, il primo fu “Resurrectio” di Alessandro Blasetti, però la pellicola fu distribuita solo nel 1931fonte.





Nessun commento:

Posta un commento

Grandi Attori, Sconosciuti ai 2000.

Cinema Solstizio Grandi Attori, Sconosciuti ai 2000 Nella storia del cinema ci sono stati dei veri a propri maestri nell’arte d...